mag
19
2010

Marco e Livia

Versione N°19 Pagine 41-42 – Biennio – Quarta edizione

Inizio: Cotidie multo mane Marcus et Livia villam reliquunt atque ad scholam properant, uni etiam pueri puellaeque villarum finitimarum conveniunt.

Fine: Pueri beluarum virus non timent: nam apud villam beluae ferae non sunt.Horis vespertinis,cum agricolis operisque etiam Livia et Marcus ad villam reveniunt.

Ogni giorno di buon Mattino Marco e Livia lasciano la casa e vanno rapidamente verso scuola dove anche i fanciulli e le fanciulle delle case vicine si riuniscono.Là gli alunni ascoltano attentamente il maestro e leggono,imparano famose storie,le lettere dell’alfabeto, diligentemente scrivono con la penna o contano con l’abaco e i sassolini.Gli alunni lodono e apprezzano fortemente i libri dei poeti, infatti le storie e le favole nei libri sono meravigliose.Oggi d’altra parte il maestro è ammalato,c’è vacanza: Marco,allora,gioca a pallone con i compagni,Livia,d’altra parte, passeggia o legge un’allegra favola; dopo ritornano a casa insieme.Là Livia gioca con le piccole figlie delle ancelle nello spiazzo della casa o nei pressi del ruscello, Marco d’altra parte vaga con gli amici per il bosco al di là del ruscello e cerca i nidi degli usignoli o dei merli sui rami dei pioppi.I fanciulli non temono la potenza delle bestie: infatti nei pressi della casa non ci sono bestie selvaggie.Nelle ore della sera,con gli agricoltori e gli operai,anche Livia e Marco ritornano a casa.

Written by cotidielegere in: Cotidie Legere Biennio,Versioni 1 - 50 |

7.279 commenti

RSS feed for comments on this post.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.

Theme: TheBuckmaker.com Best WordPress Themes